Mappa provvisoria delle Industrie Culturali e Creative del Cilento, Vallo di Diano e Alburni

Mappa provvisoria delle Industrie Culturali e Creative del Cilento, Vallo di Diano e Alburni

Mappa provvisoria delle Industrie Culturali e Creative della parte di territorio del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, Parco nazionale a sud della provincia di Salerno (Campania - Italia -EU) che comprende le industrie culturali e artistiche (beni e attività culturali, arti visuali e performative), le industrie dei media (editoria, web, radio, tv, cinema, audiovisivi, app, nuovi media), le industrie creative (moda, design, artigianato, cucina).

I siti archeologici di Paestum e Velia e la certosa di San Lorenzo, localizzati come usa dire nei comuni di Capaccio, Ascea e Padula, in provincia di Salerno (Campania - Italia), per il loro rilievo internazionale rientrano nel novero dei Grandi Attrattori Culturali che le politiche nazionali e regionali in tema di turismo, cultura ed ambiente considerano rilevanti quantomeno per l'attrattività turistica ed il posizionamento competitivo della Campania, una delle Regioni meno sviluppate d'Italia insieme a Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.

Ora, le politiche e le strategie nazionali in materia di Cultura e Sviluppo, concordate anche con la regione Campania, puntano a superare entro il 2020 le condizioni di sottoutilizzo di questi e degli Grandi Attrattori Culturali e a rafforzarne la capacità di attrazione, allo scopo se non altro di determinare flussi più consistenti di domanda turistica e di fruizione culturale di qualità, adeguati anche a sostenere e a promuovere l'insediamento sul territorio di attività (imprenditoriali e del terzo settore) della filiera delle imprese creative e culturali.

Per il MiBACT e la Regione Campania, inoltre, gli ambiti territoriali di pertinenza dei Grandi Attrattori Culturali definiscono delle aree di attrazione culturale di scala sovracomunale che comprende il comune in cui è localizzato l'attrattore e i comuni a questo più prossimi, dove sono presenti altre risorse territoriali (altri beni culturali di minore visibilità, risorse naturalistiche, beni e attività della cultura materiale, produzioni tipiche e della tradizione, competenze, ecc.) che, opportunamente valorizzati, possono esercitare reciprocamente effetti positivi e sinergici e generare valori sia culturali che economici per il contesto locale, rafforzando quindi processi e dinamiche di sviluppo sostenibile.

In queste aree la programmazione in teoria dovrebbe assumere necessariamente una scala territoriale e interessare i territori di più comuni limitrofi, in quanto gli attrattori oggetto di intervento sono parte di un sistema di beni distribuiti sulla più vasta estensione territoriale del PNCVD, che le strategie nazionali e regionali già valorizzano e/o intendono valorizzare nella loro unitarietà. Gli interventi su tali attrattori -selezionati a regia dal Mibact, si attuano con progetti volti a determinarne condizioni adeguate di conservazione e valorizzazione e, insieme e contestualmente, qualità di fruizione, attraverso la qualificazione dei servizi per il visitatore (PON, Asse 1 Rafforzamento delle dotazioni culturali)

Inoltre, l'area di attrazione di pertinenza di ogni Attrattore è considerata territorio di destinazione prioritaria anche degli interventi volti a promuovere il rafforzamento e l'insediamento di iniziative in grado di attivare la domanda culturale e turistica e alimentare attività in grado di generare valore aggiunto e occupazione (Asse 2 Attivazione dei potenziali territoriali di sviluppo legati alla cultura IT 3b.1 e 3c.1).

L'attivazione di questi potenziali territoriali di sviluppo legati alla cultura consiste nell'attivazione di attività economiche connesse alla cultura, con interventi a favore delle cosiddette Industrie Culturali e Creative (ICC), ormai definite nelle letteratura e nella pratica.

La mappa di queste industrie elaborata da Innesta Innovazione comprende le industrie culturali e artistiche (beni e attività culturali, arti visuali e performative), le industrie dei media (editoria, web, radio, tv, cinema, audiovisivi, app, nuovi media), le industrie creative (moda, design, artigianato, cucina) della parte di territorio del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, Parco nazionale a sud della provincia di Salerno (Campania - Italia - EU)

Per l'Unione Europea e tutti i Paesi membri esse sono un potenziale da sfruttare per creare sviluppo e occupazione in tutta l'Europa.

Come si legge nel Libro verde del'UE, negli ultimi decenni recenti il ritmo di cambiamento del mondo è andato infatti accelerandosi. Il rapido emergere di nuove tecnologie e la crescente globalizzazione hanno significato per l'Europa e altre parti del mondo una svolta profonda, caratterizzata dall'abbandono di forme tradizionali di produzione industriale e dalla preminenza assunta dal settore dei servizi e dall'innovazione. Le fabbriche sono progressivamente sostituite da comunità creative, la cui materia prima è la capacità di immaginare, creare e innovare. In questa nuova economia digitale, il valore immateriale determina sempre più il valore materiale, perchè i consumatori cercano "esperienze" nuove e arricchenti.

La capacità di creare esperienze e reti sociali è un fattore importante di competitività. Se l'Europa vuole restare competitiva in questo ambiente globale in evoluzione, deve creare le condizioni propizie al fiorire della creatività e dell'innovazione in una nuova cultura imprenditoriale, individuare nuove fonti di crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, e investire in esse per assicurarsi un futuro.

Traendo forza dalla ricchezza e dalla varietà delle sue culture, l'Europa deve sperimentare nuovi modi di creare valore aggiunto, ma anche di vivere assieme, condividere le risorse e mettere a frutto la sua diversità. In gran parte, la nostra futura prosperità dipenderà da come sapremo utilizzare le nostre risorse, le nostre conoscenze e i nostri talenti creativi per stimolare l'innovazione.

Qui a Sud nel Cilento non siamo forse in Europa? Qui al centro del Mediterraneo in questa periferia d'Europa?

Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni (Salerno) - Italia (EU)- Ambiti del Patrimonio storico e artistico, dell'Informazione e comunicazione, della Cultura materiale

tab 2 Industrie culturali e artistiche - Industrie dei media - Industrie creative.

tab 3 People & connection map - DIY Nesta

laboratori culturali e creativi (cultural and creative lab)

Sei interessato a questo laboratorio?