Ma che è sto capitale sociale?

Tela del CSV Trentino utilizzata da Innesta innovazione

Tela del CSV Trentino utilizzata da Innesta innovazione

Ma che è sto capitale sociale?

Tutte le organizzazioni e le persone dispongono in una qualche misura di capitale sociale, ovvero di contatti, di relazioni di fiducia, di rapporti basati su reciprocità  e cooperazione, di connessioni che le legano ad altri soggetti.

Si tratta di far emergere, delineare, mettere in comune i beni relazionali di cui le nostre organizzazioni dispongono: rapporti, interconnessioni, sinergie. Si tratta di leggere l’insieme dei capitali sociali di cui insieme disponiamo e di trasformarli in contatti, relazioni, riconoscimenti reciproci, rapporti informali e fiduciari, reti, strumenti operativi di progettazione, e di valorizzarli nel progetto in costruzione.

Il punto di vista suggerito dal CSV Trentino e che proponiamo nel Cilento è che queste relazioni sono fondamentali non solo per favorire comportamenti cooperativi, mutualmente vantaggiosi e per costruire allenze orientate a ottenere risultati. Molto di più: le relazioni hanno un valore in sè, i beni relazionali che si sviluppano nell'interazione costante e intenzionale, sono un processo-prodotto, un risultato concreto della nostra azione, un esito auspicato, che vale nell'immediato, per la nostra comunità, per progetti futuri, per le prospettive di convivenza e di cura del nostro contesto.

La condivisione del capitale sociale non è solo un mezzo che può portarci a raggiungere più efficacemente il traguardo progettuale che ci proponiamo; è anche un risultato in se stesso, è capitale sociale che - nell'operatività - genera ulteriore capitale sociale.

Naturalmente, resta decisivo il fatto di lavorare insieme su un progetto concreto. Percorsi di condivisione e costruzione di capitale sociale astratti non funzionano, sono deludenti e frustranti. Lavorare insieme alimenta la conoscenza e la conoscenza alimenta la fiducia: ma occorre un concreto oggetto progettuale su cui impegnarsi.

Se ci pensiamo, ritroviamo qui l'idea che progettare insieme è al tempo stesso una azione trasformativa e una azione costruttiva: i progetti mirano a trasformare le condizioni attuali e a migliorarle e al tempo stesso consolidano la coesione sociali, le interdipendenze, l'assunzione di una comune responsabilità per il presente e per le prospettive che da esso scaturiscono.