Cronaca dell'incontro pubblico Velia bene comune

Velia bene comune

Velia bene comune

Cronaca dell'incontro pubblico Velia bene comune

Giovedi 30 marzo 2017 presso Palazzo De Domicis Ricci ad Ascea capoluogo (Salerno) - Italia (EU)

L'incontro è iniziato in ritardo e pertanto si è avviato in salita, con la squadra schierata in formazione incompleta a causa di alcuni infortuni e qualche defezione importante.

Dopo questo difficile inizio, Nicola Rizzo ha provato ad accelerare ma è andato troppo lungo realizzando di fatto un autogol, ma riuscendo per fortuna a recuperare lo svantaggio iniziale grazie all' illustrazione della Tela per progettare in partnership, il percorso di co-progettazione in 5 tappe sviluppato e proposto dal CSV Trentino:

1 - Esplora!
2 - Collabora!
3 - Metti a fuoco!
4 - Trova le energie!
5 - Comunica!

Tela per progettare in partnership

#esplora

Un percorso di co-progettazione può innescarsi a partire dall'esplorazione di un'idea (una possibilità intravista, una convinzione maturata), o dalla conoscenza di un contesto (un territorio, una comunità), o dall'indagine su un problema (una questione proposta). Le parole chiave sono dunque tre. Tre questioni, tre campi di lavoro: l'idea, il contesto, il problema.

Grandi attrattori culturali del Cilento
Il contesto è stato illustrato con un'infografica relativa ai Grandi attrattori culturali Paestum, Velia e Padula e attraverso la visione in anteprima del video Dialoghi intorno a Velia che racconta varie storie su Elea, poi Velia e dice dei vicini siti archeologici di Palinuro, Civitella, Roccagloriosa, Caselle in Pittari, Policastro, Sapri, nonche' grazie al contributo di una video intervista a Maria Tommasa Granese responsabile dell'ufficio del Parco archeologico di Velia, che spiega i principali problemi della gestione del parco medesimo.

Considerazione su alcuni problemi di Velia

I problemi che emergono con ogni evidenza sono sostanzialmente tre:

Il primo riguarda chiaramente la manutenzione del parco archeologico, che ha un'estenzione di circa 90 ettari;
Il secondo la comunicazione di quelle che sono le risorse di Velia: paesaggio, connubio fra archeologia e natura, altri siti archeologici diffusi sul territorio, la tradizione della medicina eleatica, la filosofia italica di Parmenide e Zenone, la pratica di una vita all'aria aperta per la salute del corpo e della mente, il mistero di un tempio scomparso;
Terzo ma non ultimo il problema di fare rete sul territorio e di agganciarsi alle reti internazionali.

#collabora
Progettare in partnership significa soprattutto collaborare, ovvero lavorare con altri. A partire dal contesto di riferimento progettuale, con le sue criticità e le sue risorse, la sfida è mettere in campo una volontà di collaborazione abbastanza energica da portare i diversi attori coinvolti e coinvolgibili a condividere le competenze e il capitale sociale di cui dispongono. Gli attori disposti a mettersi in gioco e soprattutto il sistema delle loro relazioni, delle loro interdipendenze, dei loro contatti, costituiscono l'ecosistema di progetto, ovvero l'ambiente nel quale il progetto può prendere forma, venire riconosciuto, svilupparsi, crescere, produrre risultati e impatti. L'ecosistema di progetto può essere declinato, organizzato, valorizzato attraverso la costruzione di una mappa degli stakeholder di progetto che prefigura ruoli e funzioni, competenze e contributi, distanze e mentoring progettuale.

Per questo è stata illustrata la mappa provvisoria degli stakeholder locali che prefigurando interessi, disponibilità, resistenze e difficoltà, dei vari interlocutori, costituisce una base per iniziare a collaborare, condividere e allargare il capitale sociale.

Mappa provvisoria degli stakeholder

Mappa provvisoria degli stakeholder

Mappa provvisoria degli stakeholder

#mettiafuoco

Il momento della messa a fuoco del progetto è particolarmente delicato e cruciale. Si tratta infatti di definire obiettivi generali e specifici, declinare un preciso piano di azioni e di attività, prefigurare le modalità di gestione del nostro progetto in partnership e le competenze necessarie per governarlo.

Per far fronte ai tre problemi sopra evidenziati sono stati quindi individuati altrettanti obiettivi:

A) trovare soluzioni efficaci per garantire la manutenzione del verde e contenere la vegetazione infestante nell'area del parco archeologico di Elea-Velia;

B) generare soluzioni innovative nel Cilento per comunicare al Cilento e al Mondo, il valore delle risorse materiali e immateriali di Elea - Velia;

C) fare rete.

Focalizzandosi su questi tre obiettivi, INNESTA INNOVAZIONE propone di costruire un piano di azioni e attività, mettendo a fuoco le modalità con le quali si intendono raggiungere gli obiettivi individuati.

Le nove azioni proposte - da riconsiderare in base a stakeholder e collaborazioni, propensioni e disponibilità e ridefinendo le funzioni da chiedere/assegnare ai diversi interlocutori di progetto, sono queste:

1 - Servizio Civile (ob. A)

2 - Geoblog (ob. B)

3 - Serious game (ob. B)

4 - Laboratorio sulla biodiversità - per la valorizzazione della scuola medica di Elea(ob. A + B)

5 - Festival internazionale della creatività mediterranea - in memoria dei Focei migranti (ob. B)

6 - Candidatura di Elea al World Congress of Philosophy 2023 -call 2020 (ob. B)

7 - Giochi elatici - per la valorizzazione dell'ideale della Paideia greca (ob. B)

8 - Effetti speciali (ob. B)

9 - Innesta innovazione (ob. C)

Con questo intenso e forsennato pressing sul pubblico partecipante la squadra è riuscita però ad andare finalmente a segno con Nicola Palma che insieme a Daniela Volpe, ha illustrato il progetto e l'anteprima di alcune tavole di un Serious game su ELEA prodotto da Immaginarti SRL, un gioco digitale "serio" che non avrà esclusivamente o principalmente uno scopo di intrattenimento, ma conterrà elementi educativi, consentendo l'apprendimento di contenuti culturali in forma ludica;

Serious game

Poco dopo è arrivato persino il raddoppio con Maria Grazia Caso dell'associazione MedFest che ha fornito alcune anticipazioni sul progetto di creazione di un Osservatorio permanente sulle Culture Mediterranee ad Ascea, presso Palazzo de Dominicis - Ricci e l'avvio di alcuni iniziative locali e internazionali per promuovere la conoscenza del paesaggio dei paesi del Mediterraneo e dei linguaggi audiovisivi.


Osservatorio Culture Mediterranee

Minore attenzione è stata dedicata invece alle altre azioni sopra indicate, anche per consentire i brevi interventi di Maria Grazia Merola della cooperativa Effetto Rete, di Giuseppe di Bello dell'Archeotrekking, di Giuseppe Pastore de I sapori della terra, dell'altro Nicola Rizzo di Ascea, nonchè la visione in anteprima dell'ultimo video dedicato alla Tofa suonata dall'acropoli di Velia.

#trovaleenergie

Per realizzare un progetto è necessario mettere in campo risorse, materiali e immateriali. Le risorse hanno dei costi, che occorre definire e declinare. I costi vanno coperti con entrate, rispetto alle quali è necessario individuare adeguate fonti di finanziamento. A tal proposito Nicola Rizzo ha indicato anche alcune opportunità offerte dal POR FESR e dal PSR Campania 2014-2020, fornendo l'assist per la conclusione finale del sindaco di Ascea Pietro D'angiolillo, con cui l'incontro si è avviato al termine, aprendo lo spazio ai commenti del dopo, con Monica Viscione, Liviano Mariella, Dario Todero, Vittorio Ricci, Giuseppe Di Vietri, Renzo Vassalluzzo, Vincenzo Vaccaro, Dionisia De Santis ed altri.

#comunica

Nel complesso possiamo ritenerci parzialmente soddisfatti del risultato dell'incontro che in ogni caso era quello di con-vincere più che di vincere!

Riflettere rapidamente sugli errori che abbiamo commesso, su cosa ha funzionato e cosa no è uno stimolo a migliorarci già dal prossimo incontro.

Siamo infatti appena all' inizio di un ciclo importanti di appuntamenti sul territorio che ci vedrà giovedì 6 aprile a Valle di Sessa Cilento con l'incontro "Intorno alla Stella" e giovedì 27 aprile ad Agropoli con l'incontro "Verso Paestum".

Come appunto si dice, o meglio, si canta ... e quando credi che sia finita è proprio allora che comincia la partita...

#sipuofare #partecipa