Attraverso il Cilento

16 giugno 2016

16 giugno 2016

Attraverso il Cilento

Storia di viaggi a piedi, disegni a mano e cammini lenti dell'Ottocento

Una rappresentazione del paesaggio del Cilento dai tempi dei re Borboni all'unità d'Italia e agli anni immediatamente successivi a questa, attraverso un'infografica di sintesi di Nicola Rizzo, l'esposizione di 5 +2 tavole dei disegni di Arthur John Strutt (1838) della collezione privata di Nicola Ventre, una lettura breve (reading) di testi di Craufurd Tait Ramage (1828), dello stesso A. J. Strutt (1838), di Cosimo de Giorgi (1881), di Angelo Raffaele Passaro (1879-1882), di Francois Lenormant (1882), l'esposizione di un'illustrazione open source di Edoardo Matania (1829), la proiezione di alcune sequenze dei film "Cavalli si nasce" di Sergio Staino e "Noi credevamo" di Mario Martone, con scene ambientate nel Cilento del 1828, del 1832, del 1861 -della collezione privata di Michele Mordente, letture da una raccolta ordinata di libri della biblioteca della Fondazione Alario, omaggio finale al lavoro ben fatto negli anni dall'Editore Giuseppe Galzerano.

Ideata da Intocilento, l'esperienza è stata realizzata in collaborazione con la biblioteca della fondazione Alario, le collezioni private di Nicola Ventre e Michele Mordente, l'editore Galzerano, presso l'art space della Fondazione Alario, nell'ambito delle attività di KibsLab